Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

STICCHI DAMIANI: "arbitraggio? A Cremona avevo intuito tutto...". TRASFERTA VIETATA? "Proveremo ad evitarla"

Domenica 14 Aprile 2019 | Matteo Bottazzo | News

LECCE - Meno quattro per un sogno incredibile. Ed oggi in questa domenica abbiamo raggiunto per una intervista-punto della situazione in casa Lecce il Presidente giallorosso Saverio Sticchi Damiani. Ecco i temi che abbiamo focalizzato con lui.

La vittoria - "Primo tempo molto complicato, anche per via delle condizioni del terreno di gioco che ci impediva di sfruttare le nostre caratteristiche. Dopo si è completamente asciugato e la squadra ha iniziato a fare il suo calcio. Quattro reti, due pali, sono la dimostrazione della nostra forza, poi in casa venivamo da altre prestazioni con molti gol, tantissimi. Giochiamo bene e sono soddisfatto, stiamo facendo un grande campionato".

Arbitraggio - "Poteva sembrare esagerata la mia reazione dopo Cremona e dopo l'ammonizione a La Mantia, ma come avete visto non è questione di cercarsi degli alibi dopo le sconfitte. Ci sono tante cose che ho notato in questi mesi, non ne voglio parlare, anche in questa partita ci sono state molte situazioni, anche piccole cose, che assomigliano a Cremona, dove avevo intuito tutto, ma anche ad altri campi. Non ne voglio parlare, godiamoci la vittoria".

Perugia - "Pensiamo subito a questo impegno contro una squadra molto forte. Avremo delle assenze, vediamo di capire come starà Calderoni alla ripresa e se sarà possibile recuperare qualche altro elemento. Con il Carpi mancavano molti calciatori importanti che sono stati sostituiti degnamente. Voglio spendere una parola per Marino, Bleve e Tumminello che una volta chiamati in causa sono stati fantastici, subito pronti, subito calati nella parte. Per la società ma anche ovviamente per il mister è un grandissimo segnale".

Trasferta e divieti possibili - "A due gare esterne dal termine del campionato il sostegno dei nostri straordinari tifosi è importantissimo. Proveremo ad evitare il rischio chiusura, come abbiamo fatto ogni volta che c'è stato questo rischio. Ci proveremo".