Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Scritto nel destino: SOFFRIRE sino alla fine. Fieri del nostro DNA, ANDIAMO A VINCERE!

Sabato 11 Maggio 2019 | Cosimo Carulli | News

LECCE - E' scritto nel destino: nati per soffrire.

La squadra di Liverani e tutto il Salento oggi cercherà di tagliare il nastro d'arrivo della sua corsa con sotto allo striscione del traguardo la scritta "Serie A".

Inimmaginabile, fantascienza un anno fa, ma con una costante: la sofferenza.

Le grandi promozioni del Lecce sono arrivate quasi sempre all'ultimo turno. E' accaduto nella stagione 1984/1985, 1-1 a Monza, nel 1992/1993, 2-1 alla Lucchese, nel 1996/1997 con lo 0-3 di Cesena, nel 1998/1999 1-2 in casa del Chievo Verona, nel 2002/2003 3-0 al Palermo e nel 2009/2010 con lo 0-0 con il Sassuolo. Nel campionato 2007/2008 la promozione è arrivata ai play off, dopo l'1-1 nella Finale di ritorno con l'AlbinoLeffe alla fine di una notte magica in un "Via del Mare" traboccante di entusiasmo.

Solo una volta nella sua storia centenaria il Lecce è volato in A con una giornata di anticipo, al termine del campionato 1987/1988, quando la squadra di Mazzone ottenne la certezza matematica della promozione a Messina con un 1-1 firmato dal leccese Levanto.