Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

FIGURACCIA CONTE: prende una lezione da Liverani e 25mila fischi. Il Lecce mette finalmente PALLE e ONORE. La cronaca

Domenica 19 Gennaio 2020 | Cosimo Carulli | News

LECCE - Dopo 4 sconfitte consecutive il Lecce ferma l'Inter sull'1-1, grazie a un gol di Mancosu che replica al vantaggio iniziale di Bastoni.

Sorpresa - Liverani sorpende tutti ricorrendo ad un inedito 3-5-2 per limitare il potenziale offensivo dell'Inter. Ma già al 3' Lukaku fa venire i brividi al "Via del Mare", con un sinistro a giro che sfiora il palo. Il Lecce risponde però con Mancosu che dopo una manciata di minuti spreca calciando a lato da ottima posizione, dopo un'azione nata da Rispoli e rifinita di testa da Babacar. La partita va a avanti a ritmi piuttosto lenti, l'Inter sembra imbrigliata dalla disposizione tattica del Lecce e non riesce a trovare spazi. Sino alla mezz'ora, quando Brozovic colpisce il palo su assist di Lukaku, poi dopo un paio di minuti ancora il croato calcia a colpo sicuro dal centro dell'area, ma Gabrel è attento e tiene la porta chiusa.

Illusione - Nel finale di tempo il Lecce controla la gara senza problemi. Anzi in pieno recupero lo stadio si accende per un rigore fischiato da Giacomelli a favore del Lecce per un tocco in area con la mano di Sensi su sponda di testa di Babacar. Dopo il controllo al VAR il direttore di gara rivede però la sua decisione, visto che il contatto con la mano c'è, ma il braccio è attaccato al corpo del centrocampista nerazzurro.

Botta e risposta - Nella ripresa ci si aspetta un avvìo veemente dell'Inter, in realtà è il Lecce a partire forte, con Babacar che dopo una manciata di secondi sfiora il palo con un preciso diagonale. L'Inter non riesce a cambiare marcia, Martinez ci prova da lontano in un paio di occasioni ma Gabriel è sempre concentrato e sul pezzo. Liverani si copre ancora di più inserendo Majer al posto di Lapadula, ma al 25' l'Inter passa con un colpo di testa di Bastoni che pochi minuti prima aveva rilevato Godin. Al 32' il pari del Lecce con Mancosu che su assist di Majer trova il tocco vincente sotto porta. Da questo momento alla fine ci crede di più il Lecce, che è anche più concreto del blasonato avversario: al 36' una punizione di Falco sfiora il palo alla destra di Handanovic e fa sognare il colpo grosso ai 25mila del "Via del Mare". Ma finisce 1-1.

TABELLINO

LECCE - INTER 1-1

Marcatori: Bastoni al 25', Mancosu al 32' s.t.

Lecce (3-5-2): Gabriel; Rispoli (dal 30' s.t. Falco), Rossettini, Lucioni; Donati, Deiola, Petriccione, Mancosu (dal 37' s.t. Meccariello), Dell'Orco; Lapadula (dal 17' s.t. Majer), Babacar. (Vigorito, Chironi, Riccardi, Vera Ramirez, Gallo, Maselli, Tachtsidis). Allenatore Liverani.

Inter (3-5-2): Handanovic; Skriniar, De Vrij, Godin (dal 23' s.t. Bastoni); Candreva, Barella, Brozovic (dal 37' s.t. Sanchez), Sensi (dal 37' s.t. Borja Valero), Biraghi; Lukaku, Martinez. (Padelli, Berni, Ranocchia, Lazaro, Di Marco, Esposito, Pirola, Agoume). Allenatore Conte.

Arbitro: Giacomelli di Trieste (Liberti-Bottegoni, IV Ufficiale Marini, VAR Guida, AVAR Fiorito).

Note: spettatori 25966, di cui 7203 paganti e 18763 abbonati, ammoniti Donati, Candreva e Meccariello, angoli 3-13, recupero 2' p.t., 4' s.t.