Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

VIVARINI mostra i muscoli: "Ascoli a Lecce per pareggiare? Neanche per sogno, aggrediamo e attacchiamo per i tre punti"

Sabato 23 Marzo 2019 | Matteo Bottazzo | Ospiti

ASCOLI PICENO - Giallorossi contro bianconeri, atto secondo.

Dopo la sospensione dello scorso 1' febbraio torna nel Salento l'Ascoli di Vincenzo Vivarini che alla vigilia ha parlato alla stampa lanciando la sfida al Lecce. Ecco la nostra intervista realizzata grazie ai colleghi di Ascoli Piceno che seguono da vicino le vicende dei marchigiani.

Il momento - "Arriviamo a questa partita con alcuni problemi, speravo di arrivarci senza qualche defezione che invece abbiamo. Ardemagni è rientrato ma non è al massimo della condizione. In linea di massima siamo gli stessi di un mese e mezzo fa, di quella formazione".

Scelte - "Non avremo Laverone, ma aspettavo da tanto di valutare Andreoni in campo e sarà una opportunità per vederlo. A centrocampo faremo scelte e discorsi diversi dal solito, senza Frattesi cambieremo qualcosa".

Il Lecce - "La squadra giallorossa è molto ben delieata sia in fase di possesso che di non possesso. Sono molto ordinati, hanno palleggio, lavorano bene sulle fasce. Con La Mantia, Mancosu e Falco stiamo parlando di individualità importanti, poi seguono Tachtsidis, Petriccione, tutti elementi validissimi".

Pareggio utile - "Non firmo mai per il pareggio, le partite si devono giocare con coraggio e aggressività. Abbiamo visto a Verona che questa squadra può vincere in casa di squadre forti. Se faremo la stessa prestazione il pareggio potrebbe andarci stretto ancora".