Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

STICCHI DAMIANI NON CI STA: "arbitri? Basta atteggiamenti che non mi piacciono"

Domenica 7 Aprile 2019 | Matteo Bottazzo | News

CREMONA - E' un Saverio Sticchi Damiani di "fuoco", quello che si presenta ai taccuini di SoloLecce.it a Cremona. Ecco l'intervista che abbiamo appena raccolto con il Presidente del Lecce.

Partita - "Abbiamo dovuto giocare gran parte della gara in dieci proprio nella settimana al culmine di tre impegni in pochi giorni. Sicuramente il risultato è stato condizionato dalla espulsione, poi si aggiunge la sfortuna, due pali, una parata miracolosa ma casuale di Agazzi. Vuol dire che non era giornata".

Tifosi e critiche - "Come al solito i tifosi sono stati incredibili. Il Lecce sta esprimendo calcio d'alto livello, ma la passione dei tifosi è già di categoria superiore. Peccato non essere considerati allo stesso modo dagli arbitri che ci riservano un trattamento da neopromossa. Si evince da molti atteggiamenti che non mi piacciono, da episodi che oggi come ieri sono sempre decisivi. Veniamo puntualmente maltrattati. Noi ce ne siamo resi conto, ci comportiamo bene perchè vogliamo farlo, è il nostro stile, ma non siamo stupidi. La prossima partita La Mantia starà fuori per squalifica per essersi fatto male scontrandosi con un avversario: che fosse rigore o meno se ne può parlare, che dopo cinque minuti fosse giallo per simulazione questo no... Sui nostri errori lavoriamo in settimana, studiamo, analizziamo, sugli errori degli arbitri non possiamo nulla. L'episodio del giallo a Petriccione, poi, è emblematico su come veniamo trattati".

Episodi - "Ci sono stati degli errori dei singoli, capita. Vigorito in tante occasioni ci ha salvato, oggi ha sbagliato, come Bleve. Sui nostri errori, ripeto, siamo attenti e vigili, ma dobbiamo esserlo anche sull'atteggiamento da parte degli arbitri che non ci piace affatto".

Spirito - "Non usciamo ridimensionati da questa sconfitta. Daremo battaglia a tutti sino alla fine, supportati da dei tifosi fantastici. Proviamo a fare qualcosa di bello, senza dare fastidio e se ci sarà permesso..."!