Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

LIVERANI E' UNA FURIA: "rigore netto. E pensare che ci sono allenatori che si chiamano la designazione"

Domenica 11 Marzo 2018 | Matteo Bottazzo | News

LECCE - Ecco le parole furibonde, a fine gara, di Fabio Liverani dopo il pareggio interno del Lecce con il Matera (FOTO SOPRA PROPRIO DURANTE LECCE-MATERA).

Arbitri - "Sono felice della prestazione della squadra. Ho avuto la fortuna di fare il calciatore e di andare a tanti corsi con gli arbitri, venendo arbitrato da Rizzoli e Collina. Il regolamento è limpido, il secondo rigore è nettissimo, perchè il fallo avviene con il pallone in gioco".

Possibile riferimento a Braglia? - "Leggo interviste ad allenatori che si chiamano la designazione successiva, facendo ingerenze nel campo che non è il loro. Credevo di aver visto tutto nel calcio, ma in Serie C evidentemente ci sono anche queste follie".

Campionato - "Il torneo è duro, si vince, si pareggia, capita anche di perdere, a noi poche volte. Questo percorso è ottimo, siamo forti, umili e esco da questa partita sereno. Mi fa più paura quello che ho attorno, non le altre squadre. Leggendo le interviste delle piazze che ci sono dietro di sette punti vedo entusiasmo, mentre qui c'è troppa preoccupazione, sento troppo chiacchiericcio e brusio. Questo gruppo di lavoro non si può accolare sei anni di delusioni in Serie C. L'unità di tutte le componenti è fondamentale se si vuole raggiungere un obiettivo importante. Trapani e Catania sono avversarie degne di rispetto, ma penso solo al Lecce".