Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

LIVERANI, TRE INGREDIENTI per la SPAL: "aggressività, compattezza, attenzione"

Martedì 24 Settembre 2019 | | News

LECCE - Alla vigilia di SPAL-Lecce ha parlato alla stampa salentina il tecnico del Lecce Fabio Liverani. Ecco la nostra intervista.

Assenze - "L'unico che sicuramente non farà parte della gara domani è Tachtsidis (CLICCA QUI PER LE SUE CONDIZIONI). Gli altri vedremo, ci prendiamo ancora qualche ora per riflettere. Purtroppo quando si gioca ogni tre giorni si può perdere qualcuno".

Napoli - "E' stata una partita in cui abbiamo sbagliato troppo, di conseguenza abbiamo perso entusiasmo e voglia di fare calcio (FOTO SOPRA LIVERANI PROPRIO DURANTE LECCE-NAPOLI). Noi dobbiamo essere bravi ad approcciare le partite nel modo giusto, come con il Torino in cui gli errori pure non sono mancati ma siamo rimasti sempre dentro la partita".

Gol subiti - "Ogni anno mi riferite una statistica, ma io mi preoccupo solo se vedo la squadra che non lavora. Abbiamo preso gol tutti diversi, con il Napoli il 3-1 da una rimessa laterale, il quarto in uscita da un pallone perso. Sarei più contrariato se prendessi gol a squadra schierata. C'è da migliorare, è ovvio, ma il rammarico è che domenica le reti subite le abbiamo apparecchiate noi come una tavola imbandita".

Cambi - "Noi li facciamo perchè tutti devono avere minutaggio, dunque dobbiamo capire sino a quando poter gestire energie, anche perchè tutti hanno un grado di preparazione atletica diverso. In linea generale anche domani gioca chi è in forma. Anche Imbula è arruolabile, sta bene".

Benzar - "Il campionato italiano è difficile e lui è alla prima esperienza. Lo è per i grandi campioni, figuriamoci per gli altri. Il nostro torneo per tattica e furbizia è diverso da quello rumeno. Per il momento deve solo lavorare, ha bisogno di un po' di tempo. Sta imparando anche la lingua, molto bene".

SPAL - "Doppia promozione, uno stadio che gestisce direttamente, giocatori di categoria, giovanili forti. E' un esempio, un modello da seguire. Per portare a casa la partita bisognerà essere aggressivi, attenti e compatti. Se poi ci aggiungiamo la nostra tecnica possiamo fare una buona prestazione".