Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

LIVERANI alla vigilia: "il calcio non è vendetta. Vinciamo per noi, non per l'andata. Ci saranno cambiamenti"

Sabato 30 Marzo 2019 | Matteo Bottazzo | News

LECCE - Ecco le parole alla vigilia di Lecce-Pescara del tecnico del Lecce Fabio Liverani che come sempre abbiamo lungamente intervistato prima di questo impegno di campionato.

Conferme - "Fosse per la prestazione con l'Ascoli tutti meriterebbero di gran lunga la riconferma dall'inizio. Ma bisogna preparare bene tre partite ravvicinate, ci sono tanti giocatori che stanno giocando molto e dobbiamo gestire le energie. Stiamo recuperando elementi importanti per noi (Palombi e Scavone), mi dovrò regolare in base agli impegni. Majer, per esempio, è certamente indiziato per giocare una di queste tre partite da titolare. Dipende dalle caratteristiche degli avversari. Meccariello è entrato in diffida, in queste tre partite anche lui lascerà spazio a qualcuno in una. Davanti Falco è recuperato, La Mantia è in un ottimo momento, Tumminello spinge da dietro. La squadra sta bene, fossero questi i problemi dormirei sempre sereno".

Palombi è recuperato - "Simone non ha più nessun dolore, oramai è recuperato, non è un elemento che può giocare dall'inizio in questa fase, ma al massimo a gara in corso potrà essere utile".

Pescara - "Rispetto all'andata abbiamo recuperato molti punti, c'è la possibilità di allontanarli, è uno scontro diretto. Sarà una bella gara tra squadre a cui piace giocare a calcio, ne verrà fuori un risultato comunque importante per chiunque ma non certo determinante. In un campionato a 19 c'è sempre qualcuno in lotta per qualcosa, affrontare ogni partita è una battaglia durissima. Cerchiamo di stare sereni, affrontiamo questo incontro senza spirito di rivalsa o voglia di vendicare nulla. E' passato tanto dall'andata, io non mi guardo mai molto indietro. Abbiamo fatto tesoro degli errori commessi in quella circostanza, pensiamo a vincere questa, per restare davanti".