Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

L'eroe di Bologna è di COPERTINO: ha salvato 50 persone dall'APOCALISSE. Il Premier Conte: "grazie"

Martedì 7 Agosto 2018 | La Redazione | Cronaca

BOLOGNA - Il Presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte ha incontrato questa mattina in ospedale il poliziotto copertinese Riccardo Muci, 33enne in servizio presso il Commissariato di Bologna, tra i feriti nell'inferno di ieri provocato da una autocisterna carica di infiammabili che ha centrato in pieno un camion in transito sull'autostrada A14.

Muci è sceso dall'auto di servizio, secondo la ricostruzione dei testimoni e dei feriti, ed ha allontanato ad uno ad uno tutte le auto e i passanti che stavano transitando nella zona dove stava per verificarsi l'esplosione, gridando che certamente sarebbe scoppiato tutto da lì a pochissimi istanti. In questo modo, da vero eroe, ha salvato la vita a una cinquantina di persone, poi l'onda d'urto dell'esplosione lo ha scaraventato lontano di venti metri. L'agente ha riportato ustioni su tutto il corpo ed è stato tra i primi ad essere invaso dalle fiamme (FOTO SOPRA CON IL PREMIER CONTE).

Tra gli altri feriti, l'abbiamo raccontato in mattinata, c'è anche un altro copertinese, Giacomo Chiriatti il suo nome, nell'organico della Polizia Stradale di Bologna, anche lui ustionato (CLICCA QUI PER LA CRONACA E IL VIDEO DELL'APOCALISSE DI IERI).