Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

SPADAFORA-GRAVINA, alta tensione. La A riparte sabato, ma non ha ancora la "QUARANTENA BREVE"

Giovedì 18 Giugno 2020 | Cosimo Carulli | News

ROMA - Per costruire un provvedimento normativo in grado di consentire la coesistenza in Italia di persone "diverse" dalle altre ci vuole tempo, soprattutto per renderlo inattaccabile.

E così la Serie A è ancora senza una disposizione congiunta del Ministro della Salute e di quello dello Sport che possa approvare la "quarantena breve e personale", per ogni atleta che sarà colpito dal coronavirus nel corso del campionato che sta per ripartire.

E già, con le regole "per tutti" anche solo un positivo manderebbe a cartoni il campionato, tra quarantena per sè, per i suoi compagni e per i suoi eventuali avversari del turno precedente.

Con le regole per i "diversi", invece, il Comitato Tecnico Scientifico di nomina governativa consentirà il trattamento dei singoli positivi come normali "infortunati", definizione che salverà squadra, avversari e campionato.

Eppure il provvedimento non arriva, a due giorni dal ritorno in campo. Ecco le parole a questo proposito del Ministro dello Sport Vincenzo Spadafora e del Presidente della FIGC Gabriele Gravina.

"Quarantena breve e personale", parla Spadafora - "Da quando ho letto il verbale della task-force governativa, che mette nero su bianco quanto la proposta sanitaria della FIGC sia valida dal punto di vista medico-scientifico ma non compatibile con l'ultimo Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 16 maggio, sto lavorando con il Ministro Speranza per superare un problema normativo che è emerso e che di sicuro non ho creato io".

"Quarantena breve e personale", parla Gravina - "Sarà una quarantena guidata, controllata, non certo di minore rilevanza e sicurezza. Non vedo grandi esigenze di modificare delle leggi, ma sono convinto che, avendo ottenuto questo risultato dalla task-force governativa, l'adozione di qualunque provvedimento dei ministri competenti debba essere di conseguenza abbastanza veloce. Ce lo auguriamo ed è auspicabile".