Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

IL RETROSCENA / 2 - Non doveva giocare! La notte con la FEBBRE e il primo gol in A. "MIRACOLO" DEIOLA

Lunedì 3 Febbraio 2020 | Cosimo Carulli | News

LECCE - "Abbiamo troppe assenze, devi stringere i denti". E con spirito di sacrificio e di gruppo Alessandro Deiola ha risposto presente.

Non doveva neppure scendere in campo, in questo Lecce-Torino travolgente, dopo una notte terribile a fare i conti con la febbre. Alla fine l'ha decisa lui, sbloccando il risultato (NELLA FOTO SOPRA DEIOLA E' IL NUMERO 14, COPERTO DALL'ABBRACCIO DI MANCOSU PROVENIENTE DALLA PANCHINA).

L'assenza di Tachtsidis infortunato, le condizioni fisiche non perfette di Petriccione e la voglia di rivalsa del Lecce ha fatto il resto. Deiola ha stretto i denti, risposto presente all'invito dello staff tecnico giallorosso ed è andato in campo. Firmando il vantaggio del Lecce e il primo gol in carriera in Serie A.

Una notte indimenticabile.