Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

CONTINUATE A PRENDERCI PER PAZZI. 8 maggio, il giorno della TRUFFA? La FIGC vorrebbe 3 retrocessioni

Venerdì 1 Maggio 2020 | Cosimo Carulli | News

ROMA - In caso di sospensione definitiva del campionato la FIGC non ha nessuna intenzione di non assegnare il titolo di Campione d'Italia, i piazzamenti europei e le tre retrocessioni dalla Serie A alla B, con altrettante promozioni dalla B. La sorpresa è proprio questa, la conferma delle tre retrocessioni dal massimo campionato.

Sarebbe questo il "Piano B" delle istituzioni calcistiche alla eventualità che il Governo Conte dia lo stop ufficiale ai campionati di calcio.

L'8 maggio si riunirà per questo un Consiglio Federale straordinario a cui è stato invitato il Ministro dello Sport Spadafora che si esprimerà per l'ultima volta sul protocollo sanitario rielaborato in queste ore dagli esperti della FIGC per consentire una ripresa delle ostilità in campo.

Se il protocollo sanitario dovesse ancora una volta risultare inadeguato il Governo ufficializzerà lo stop alla Serie A con il parere contrario della FIGC che sarebbe pronta a rendere definitive le classifiche del campionato alla sua sospensione.

Il Presidente Gravina, però, stando a quanto trapela da fonti federali non avrebbe nessuna intenzione di cambiare il format del campionato di Serie A da 20 a 22 squadre ed ha fatto trapelare che le tre retrocessioni dalla A e le altrettante promozioni dalla B alla A non si toccano.

Come Gravina vorrà individuare la terza retrocessa dalla Serie A resta un mistero.