Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

ORE 23.59, SCATTA L'ORA "X". Il Lecce deve decidere: ricorso sì, ricorso no. San Martino di "passione"

Lunedì 11 Novembre 2019 | Cosimo Carulli | News

LECCE - Sono ore febbrili e molto intense in casa Lecce: c'è tempo sino alle 23.59 di oggi per l'invio di una pec al Giudice Sportivo della Serie A che blocchi il percorso naturale di omologazione del risultato di Lazio-Lecce di ieri, costituendo formalmente un atto di reclamo.

L'interezza della posizione dei soci sarà sintetizzata nelle prossime ore dal Presidente Saverio Sticchi Damiani che ufficializzerà un eventuale ricorso da parte della società giallorossa o la decisione di lasciar perdere.

Nella versione più dura ed estrema di quel che potrebbe accadere nelle prossime ore il Lecce potrebbe decidere di inoltrare il ricorso e anche di chiedere le dimissioni o il commissariamento del designatore della CAN A Nicola Rizzoli della Sezione AIA di Bologna. Questo emerge dalle fonti di SoloLecce.it.

Sono tutte valutazioni in corso d'opera, attualmente esattamente allo stesso livello di probabilità di una eventuale decisione di non arrivare alla guerra con le istituzioni calcistiche.