Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

DONATI: "eccomi per restare. Sto bene, sono in forma, lo dicono tutti i test fisici"

Giovedì 2 Gennaio 2020 | Matteo Bottazzo | News

ACAYA - Giornata di sorrisi e presentazioni ufficiali in casa Lecce, dove si è presentato alla stampa il terzino destro Giulio Donati, al rientro in maglia giallorossa dopo una breve parentesi ad inizio carriera. Ecco le sue parole.

Serie A riconquistata - "Sono felicissimo. Ho avuto in questi anni l'opportunità di giocare un grande campionato molto meno tattico come quello tedesco, dove contano fisico e ritmo, ho imparato tanto soprattutto a livello offensivo, ora sono pronto a misurarmi ancora con la A".

Passato - "Lasciare Lecce fu una scelta condivisa, ci furono degli accordi tra il Lecce e l'Inter, la società giallorossa scelse di puntare su Tomovic e Oddo. Ci lasciammo comunque bene, sono andato per crescere ancora, ero giovanissimo".

La B e l'Europa - "Sono ripartito da Padova e Grosseto, ho trovato lo spazio per giocare l'Europeo Under 21, poi la Champions League in Germania con il Bayer Leverkusen, ora ritorno qui, dove ho trovato una grande accoglienza. C'è gente umile, che mi stima, mi vuole bene. La squadra è viva, sarà una grandissima sfida da qui alla fine del campionato".

Condizione - "Mi sento bene, ho sempre lavorato anche senza contratto, lo dimostrano i test fisici. Sono pronto, da subito. Il contatto con il Lecce c'era già stato in estate, poi non so cosa è accaduto, chiesi di sapere se era un interessamento reale ma rimase tutto lì, senza concretizzarsi. Questa volta è stato un avvicinamento concreto, ho dato subito la disponibilità, è una piazza che porto dentro. Questo pubblico, poi, quello che conosco bene, può essere un fattore determinante per la salvezza".