Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

LIVERANI: "dal mercato solo due o tre operazioni. Sarà riparazione, non rivoluzione. Col GENOA è VITALE"

Mercoledì 4 Dicembre 2019 | Marco Errico | News

FERRARA - A fine gara ha parlato ai giornalisti in Sala Stampa al "Mazza" di Ferrara il tecnico del Lecce Fabio Liverani che non ha cercato molti alibi per spiegare la sconfitta. Ecco le sue parole.

La partita - "Avevamo tante difficoltà di formazione, tra infortunati e calciatori che non potevano giocare. Non c'era compattezza. La sconfitta ci sta, la SPAL ha giocato con elementi più pronti dei nostri, noi abbiamo provato giovani che questi campi li hanno visti solo in tv negli ultimi anni. Non siamo pronti a fare più competizioni, pensiamo al Genoa: dobbiamo darci continuità di risultati".

Difesa - "Credo che sia l'aggressività a fare la differenza, non un reparto. Siamo bravi a metterci bene nella disposizione, poi non siamo aggressivi quando serve e rendiamo facile la giocata agli avversari".

Mercato - "Dobbiamo colmare un gap, ma lo possiamo fare in una sola finestra di mercato. Quella di gennaio sarà di riparazione, non di rivoluzione. Con la proprietà e il DS abbiamo fatto questi discorsi: due o tre acquisti per migliorare la rosa. Non possiamo colmare il gap subito da neopromossi e per giunta con un doppio salto: il resto lo devono fare voglia e impegno".

Genoa - "Partita vitale, dobbiamo restare fuori dalla zona rossa più a lungo possibile. Hanno giocatori di grande qualità, sulla carta sono superiori a noi, anche se attualmente il campo dice diversamente".

Emozioni a Firenze - "Mi sono emozionato, Firenze è stata una tappa fondamentale della mia vita dopo cinque anni di Lazio. Abbiamo fatto cose belle, la gente se ne ricorda, sentire il mio nome gridato dalla Curva Fiesole mi ha emozionato davvero".

Lapadula - "Ha avuto un periodo di non perfette condizioni fisiche in avvio di stagione, ora sta bene e noi avevamo bisogno di uno come lui che ha la forza di dare tutto e fare reparto da solo. Sa che può essere il suo campionato, sta dando il massimo".