Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

LIVERANI AMARO: "ZAMPARINI un irriconoscente. Rapporti impossibili, meglio vada via"

Venerdì 19 Ottobre 2018 | Marco Errico | News

LECCE - Lecce e Palermo non sono accomunate solo da una lunghissima amicizia, ma anche da tantissimi intrecci di mercato e dei calciatori che hanno indossato entrambe le maglie (FOTO SOPRA UNA ESULTANZA LIVERANI-MICCOLI, AI TEMPI DEL "GRANDE" PALERMO).

Vale lo stesso discorso appunto per il tecnico del Lecce Fabio Liverani, oggi allenatore del Lecce e ieri capitano rosanero. Che però non ha dimenticato di essere stato "scaricato" dal vulcanico patron Maurizio Zamparini. In settimana il mister giallorosso ha voluto ricordare qualche aspetto del suo passato. Ecco le sue parole.

Comunque è una bella emozione - "Prima volta contro il Palermo da quando alleno, sarà comunque una emozione grande. Non provo rancore verso Zamparini, anche se da lui mi sarei aspettato più riconoscenza e rispetto per il contributo che io ed altri compagni più esperti avevamo dato nel progetto di crescita del Palermo. Con il lavoro nei due anni di Delio Rossi sono cresciuti Pastore, Hernandez, Sirigu e tanti altri. Anche le fortune economiche delle cessioni successive di questi elementi sono stati merito di quel gruppo".

Zamparini, addio difficile - "Faccio comunque fatica a immaginarmi il Presidente fuori dal calcio, ma il rapporto con Palermo è irrecuperabile. Non ha pagato, in questo senso, denigrare sempre tutti, chi nei vari ruoli ha dato tantissimo alla causa del club e dunque anche del suo Presidente. Ecco, se fossi chiamato a farlo non allenerei mai una squadra di Zamparini, neppure tutelato da mille clausole o penali".