Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Qui Juventus. CR7 QUESTA VOLTA E' CONVOCATO. Sarri studia molti cambi, è emergenza a sinistra

Venerdì 26 Giugno 2020 | Marco Errico | Ospiti

TORINO - Maurizio Sarri non vuole cali di tensione alla vigilia di Juventus-Lecce.

Nonostante le assenze (Alex Sandro, De Sciglio, Chiellini, Danilo, Khedira e Demiral), la profondità della rosa bianconera consente al tecnico ex Napoli di pensare anche ad un turno di riposo davanti per Ronaldo, comunque convocato a differenza dell'andata quando CR7 non prese neppure l'aereo per Brindisi.

Davanti a Szczesny (favorito su Buffon che però ha qualche opportunità) dovrebbero andare Cuadrado, De Ligt, Bonucci e Matuidi adattato come quarto a sinistra. In mezzo Bentancur, Pjanic e Rabiot, con Bernardeschi e Douglas Costa alle spalle di Dybala, al netto della incognita Ronaldo.

Ecco intanto le parole dell'ex allenatore del Napoli e dell'Empoli, tutte incentrate sull'impegno con il Lecce.

Poche ore a Juventus-Lecce, parla Sarri - "Le partite sono tutte difficili, le condizioni fisiche non sono ottimali e per questo è tutto più complicato. Dovremo essere bravi a non essere presuntuosi, avere rispetto di un Lecce che in trasferta fa meglio che in casa. Il risultato va conquistato, assolutamente. Higuain è convocato e si è allenato bene in questi giorni con la squadra, potrebbe anche fare uno spezzone di partita, stessa cosa vale per Ramsey. L'aspetto mentale in questo finale di stagione sarà prioritario, ora come ora non ci sono squadre che stanno bene fisicamente. Anche noi potremo crescere, certamente, ma con davanti anche condizioni climatiche diverse e il pieno dell'estate non sarà facile tornare brillanti. Per tutti".