Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

8 marzo, una mimosa non basta: TENTATO STUPRO a una dottoressa di Guardia Medica

Giovedì 8 Marzo 2018 | La Redazione | Cronaca

TAVIANO - Un 8 marzo in cui non basterà una mimosa, quello di oggi, per guarire le ferite psichiche, fisiche e morali di una giovane dottoressa del Sud Salento, riuscita a scampare grazie alla sua pronta reazione a un tentativo di stupro mentre era in servizio di Guardia Medica in una località balneare del Sud Salento.

La dottoressa era al lavoro quando durante una visita domiciliare è stata aggredita dal paziente che l'ha strattonata e palpeggiata, cercando di toglierle i vestiti e violentarla, spogliandosi a sua volta. La reazione della donna e le urla hanno sventato il tentato stupro.

L'Ordine dei Medici della provincia di Lecce ha emesso subito un duro comunicato in cui si ribadiscono le difficilissime condizioni di lavoro dei medici salentini, vittime quotidiane di aggressioni o tentativi di violenza come questo.